Il nostro metodo si sviluppa secondo due direzioni: verso il territorio e verso la persona, ma strettamente collegate tra loro.

Verso la persona

presso la sede è stato aperto un Centro diurno che i giovani con disabilità frequentano 5 giorni a settimana per alcuni anni. All’interno del Centro sono stati strutturati diversi laboratori (sia interni alla sede e sia esterni in collaborazione con altre associazioni del territorio) che hanno l’obiettivo di sviluppare le abilità già presenti nei ragazzi accolti e di accrescere le loro competenze nel rispetto dei loro limiti ed interessi.

Per ogni ragazzo c’è un progetto individualizzato in cui è indicato l’ambiente sociale di inserimento maggiormente idoneo e anche le attività che in esso il ragazzo dovrà eseguire. L’esercizio quotidiano svolto nei laboratori, sempre con l’affiancamento da parte di figure assistenziali ed educative, permette ai giovani con disabilità di fare nuovi apprendimenti indispensabili per il loro inserimento sociale o lavorativo negli ambienti accoglienti. 

IMG-20211117-WA0016.jpg

Verso il territorio

sono state avviate iniziative di animazione sociale e culturale rivolte alle comunità e alle associazioni presenti, affinché possano diventare luoghi di reale accoglienza per i ragazzi; allo stesso tempo queste iniziative hanno sollecitato la comunità suggerendo una prospettiva di inclusione possibile e di reciprocità.